Manutenzione Ordinaria: tutto ciò che c’è da sapere.

All’interno di un albergo esiste un equilibrio perfetto che permette ai suoi clienti di avere il massimo del comfort cercando di trovare il connubio ideale tra la sosta in una struttura esterna e la libertà e la privatezza di casa propria. Tutto ciò avviene perché i meccanismi che ruotano per muovere una struttura come quella di un albergo, sono perfettamente oliati, sia che si parli di customer care, sia che invece si stia parlando di impianti. In tal caso ciò che permette di ungere i meccanismi è la manutenzione ordinaria.

Quando si parla di manutenzione si intende tutti quei lavori che sono atti al controllo del buon funzionamento di qualcosa, in questo caso degli impianti. Se si prova a pensare a quanti tipi di impianti ci sono in un’abitazione media, si ha la misura di partenza per capire il discorso che seguirà. I livelli di comfort oggi sono arrivati sempre più in alto. Se prima andare in albergo voleva dire essere coccolati con piscine interne, vasche idromassaggio in camera, condizionatore, televisione pay per view, oggi tutto ciò si può comodamente trovare nella maggior parte delle abitazioni. Quindi perché decidere di andare in un albergo di lusso?

Sicuramente la risposta più scontata è che in hotel si è serviti e vezzeggiati, e questa è la verità. Ma c’è anche da considerare il fatto che le luci soffuse non funzionerebbero senza un impianto elettrico fatto su misura; la pressione favolosa nelle docce delle camere non sarebbe tale se non fosse per gli impianti idraulici; i locali sempre alle temperature ideali non sarebbero così senza gli impianti termici curati a regola d’arte. Ma per avere tutto questo sempre ai massimi livelli c’è bisogno della manutenzione ordinaria.

Manutenzione ordinaria: che cos’è?

Quando si parla di manutenzione ordinaria si intende tutto il lavoro di controllo e aggiustamento degli impianti che ne garantiscono il perfetto funzionamento. Il concetto è lo stesso della revisione di un’automobile: a scaglioni esatti di tempo è obbligatorio e necessario controllare che tutto funzioni perfettamente nella macchina, e se così non fosse correre ai ripari per aggiustare i malfunzionamenti.

Il concetto è esattamente lo stesso, la differenza sta nella frequenza dei controlli. Per legge la manutenzione ordinaria di molti impianti, tra cui quelli di riscaldamento, idraulici ed elettrici, va effettuata ogni anno. Grazie a specialisti nel settore quindi, una volta all’anno, si procede con il “check-up” completo di tutti i sistemi di funzionamento che permettono a un albergo di garantire benessere ai propri clienti.

Grazie ai più moderni software di gestione si riesce a pianificare con precisione e senza la possibilità di obliare nessun intervento. Infatti la disponibilità delle aziende che operano in questo settore è data anche dall’organizzazione in materia di manutenzione. Ovviamente il grado di affidabilità è sempre direttamente proporzionale al credito dell’azienda che fornisce il servizio di manutenzione ordinaria.

Manutenzione Hotel: chi si occupa della manutenzione?

Ma ora entriamo nel cuore della questione. Durante una manutenzione ordinaria, come abbiamo già detto, avviene un controllo scrupoloso di tutti gli impianti. Ma chi opera questo controllo? La risposta è il manutentore.

Il manutentore è quell’esperto nel settore che conosce alla perfezione un determinato impianto e che è in grado di effettuare uno scan completo delle funzionalità del sistema. Questo è garantito dalla certificazione che accredita il manutentore e dalle apparecchiature che vengono utilizzate per effettuare una manutenzione ordinaria.

Ciò che però avviene spesso in un albergo è che ci sia bisogno di più interventi. In questo caso la manutenzione ordinaria diventa straordinaria e necessita di uno specialista. Chi si occupa di questo? Quando siete a casa e si rompe una tubatura chiamate il manutentore che si occupa della manutenzione ordinaria di casa vostra. Questo avviene in maniera saltuaria. Un hotel è come un complesso con molte case al suo interno che devono funzionare ugualmente con la stessa finezza e perizia per garantire la confortevolezza.

manutenzione ordinaria

Questo è il motivo per cui ogni albergo ha nel suo organico il ruolo del responsabile di manutenzione. Il responsabile non ha quindi solo il ruolo di occuparsi della manutenzione ordinaria, ma anche quello di essere sempre presente e reperibile per gestire e aggiustare i possibili malfunzionamenti all’interno di qualsiasi impianto presente nella struttura. Per questo motivo un responsabile di manutenzione deve essere un buon idraulico, elettricista, termoidraulico e tuttofare.

Manutenzione straordinaria: la differenza con quella ordinaria

Nonostante i nomi siamo molto simili, il prefisso “stra” è esattamente ciò che ne determina la differenza epocale. La manutenzione straordinaria è infatti una lavorazione più complessa che non viene preventivata e programmata nel tempo, ma viene fatta nel solo ed esatto momento del bisogno.

Infatti secondo Wikipedia si intende con manutenzione straordinaria, in genere l’insieme delle azioni migliorative (Manutenzione migliorativa), la Manutenzione preventiva rilevante (quali ad esempio revisioni, che aumentano il valore dei sistemi e/o ne prolungano la longevità), ed in taluni casi anche correttive (Manutenzione correttiva), quando l’intervento correttivo aumenta in modo significativo il valore residuo e/o la longevità del sistema, il cui scopo non è dettato da un’esigenza impellente di ripristinare il livello ottimale di funzionamento, ma piuttosto da una gestione economica, nel tempo, del sistema mantenuto.

Lascia un commento